Startup, cosa fare dal primo giorno per avere successo

Iniziare una nuova attività è sempre un atto di coraggio e di grande personalità. Scommettere su se stessi ed entrare nel mercato è però un percorso ricco di ostacoli da gestire nella maniera più razionale. “Chi ben comincia è a metà dell’opera” non è solo un proverbio, ma anche un prezioso consiglio da considerare quando si dà vita ad una startup. Iniziare con il piede giusto è fondamentale perché non garantirà che l’azienda abbia successo ma riduce le probabilità che la stessa fallisca. Uno degli aspetti da considerare è quello di iniziare l’attività mentre si ha ancora un lavoro a tempo pieno. In questo modo si avrà la possibilità economica di sopravvivere fino a quando la startup non decollerà. Si tratta di un percorso difficile, ricco di insidie e che occuperà tantissimo tempo, quindi perché farlo da soli? È necessario avere il supporto di amici e familiari e perché no di mentori che possano dare una mano e regalare preziose idee.

Sono tanti i consigli per lo startupper agli inizi:

  • costruire una base di clienti prima di avviare ufficialmente
  • scrivere il piano aziendale
  • condurre ricerche di mercato per capire meglio il settore e il pubblico di destinazione
  • assumere professionisti adatti per determinate mansioni
  • individuare modi per finanziare l’attività
  • analizzare le proprie responsabilità legali e fiscali fin dall’inizio.

I consigli degli esperti

Tra gli aspetti da non sottovalutare c’è la connessione con le altre startup. Non si deve vivere il settore come una lotta serrata, ma bisogna invece sviluppare un buon rapporto con gli altri attori. Anche se si offrono prodotti o servizi simili, ognuno ha una propria specializzazione e dare credito per specialità che vedono eccellere i competitors potrà tornare utile nel futuro.

Esistono poi alcuni consigli, supportati anche da grandissimi esperti del settore, che possono permettere ad una startup di partire con il piede giusto. Iniziare un’attività può essere eccitante ma anche rappresentare una delle scelte più spaventose della vita di un imprenditore. A causa del rischio e della paura del fallimento, la maggior parte delle persone non segue mai i propri sogni. Non bisogna permettere che queste scuse controllino la vita, ma affrontarle. Per farlo però bisogna assumere la squadra giusta e delegare ciò che si può. È questo il punto focale dell’attività.

L’importanza del team

Cercare di fare tutto da solo è la strada unica per il fallimento. Per evitare il burnout bisogna concentrarsi su cosa si sa fare meglio e delegare tutte le altre attività a persone in gamba e fidate. Dalle attività amministrative all’assistenza clienti, ogni aspetto della startup deve essere sostenuto da un gruppo di persone capaci. Per farlo è necessario costruire una squadra ben equilibrata e coordinata che abbiano talento e competenze. Il team che lavorerà per la startup sarà il fondamento della stessa e dovrà essere costituito anche da esperti che possano portare idee e che siano flessibili. Solo in questo modo di potrà avere un ambiente di lavoro divertente, produttivo, motivato, affidabile, rispettoso ed equilibrato. Per avere un team bilanciato, i componenti dovranno coprire tutte le aree necessarie per far funzionare la startup nel rispetto dei ruoli.

Così come per i competitors, i clienti, i familiari o gli amici, anche in un team si deve lavorare con la predisposizione a conoscere e riflettere sulle idee degli altri. Chiunque potrebbe avere una nuova idea o una soluzione a un problema e il feedback di un componente del team potrebbe riflettere ciò che pensano i clienti. Allo stesso tempo, bisogna fidarsi anche dell’istinto. Come disse una volta Steve Jobs: “Abbi il coraggio di seguire il tuo cuore e la tua intuizione, in qualche modo sanno già cosa vuoi veramente diventare, tutto il resto è secondario”. Ovviamente per farlo bisogna avere fiducia e stima nei confronti delle persone che compongono il team. Senza queste due caratteristiche non ci sarà mai l’unione di intenti necessaria per fare la differenza e raggiungere il successo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *