Un successo italiano: Google sceglie startup nel settore viaggi

Tra le startup che più si sono distinte negli ultimi tempi nel settore viaggi spicca Rentopolis. Una realtà totalmente italiana che ha attirato l’attenzione di Google. Il colosso del web ha scelto proprio la startup fondata da Stefano Bettanin tra quelle che parteciperanno al programma Hipo (High Potential). Un passo fondamentale per migliorare, migliorarsi e costruire un futuro di successi. Google permette alle realtà selezionate di lavorare ad un programma completo con una serie di consulenze, attività mirate e supporto per implementare la brand awareness e le campagne di lead generation.

Le parole del fondatore di Rentopolis

Wired.it ha pubblicato una dichiarazione dell fondatore di Rentopolis. Queste le parole di Stefano Bettanin: “Ci lanciamo verso questa nuova sfida convinti di poter sprigionare il massimo dal nostro modello di business. Anche grazie alle attività che potrà dedicarci Google”. Google ogni anno seleziona le 15 aziende a maggior potenziale di sviluppo turistico nel mondo. Le supporta in percorsi mirati, investendo in tecnologia e professionalità. Il turismo 4.0 è in ascesa, trainato proprio dal mercato degli affitti brevi. Il team viene coordinato a Milano, fa capo al quartier generale europeo di Dublino e rappresenta un’opportunità di crescita strutturale.

Cos’è Rentopolis

Rentopolis gestisce immobili e strutture di pregio destinate ad affitti brevi turistici e business in tutta Italia e all’estero. La forte impronta tecnologica dell’azienda consente di offrire agli ospiti un’esperienza completa e soddisfacente e di supportare a 360 gradi i proprietari di case e gli operatori di settore in tutte le attività connesse alla gestione degli immobili destinati all’affitto breve. Il software sviluppato da Rentopolis è estremamente innovativo. Consente di gestire tutte le attività connesse agli affitti brevi in modo automatico, “tutto in un click”.

La startup ha implementato un gestionale con varie applicazioni web-based ad alto contenuto tecnologico e ampiamente scalabili. Queste caratteristiche permettono una sincronizzazione completa con i maggiori siti di listing e OTA. Viene cambiato dinamicamente il prezzo in funzione del mercato così da aumentare i redditi. La scelta di Google di puntare su Rentopolis attesta ancora una volta il fermento presente nel nostro Paese nel settore startup.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *