raccogliere fondi investitori

Raccogliere fondi per la tua startup: come avvicinare gli investitori

Prepararsi a raccogliere fondi non è solo un momento cruciale per qualsiasi startup nel suo percorso imprenditoriale. È una delle sfide più significative che bisogna affrontare. Con il finanziamento del capitale di rischio (VC) in continua evoluzione, le nuove imprese devono sapere come rivolgersi con successo agli investitori giusti per garantire finanziamenti per la crescita e lo sviluppo della propria azienda.

Trovare l’abbinamento giusto

La prima tappa sulla strada per assicurarsi i finanziamenti è trovare l’investitore giusto. Sebbene possa sembrare un compito difficile. Il fatto che un investitore sia idoneo o meno dipenderà in gran parte dallo spazio in cui opera, dalla sua conoscenza di quello spazio e da quanto vi è investito.

Alla fine della giornata, le aziende vogliono qualcuno che sia in grado di guardare oltre i guadagni monetari ed essere un catalizzatore per la loro crescita e le possibilità future. Senza la passione condivisa, gli investitori non impiegheranno il tempo necessario per aiutare la startup con connessioni con i clienti, assunzioni in diverse aree geografiche o raccolte di fondi in futuro. Trovare quello giusto è fondamentale per la crescita dell’azienda.

Una startup sta praticamente sposando i suoi investitori, quindi i fondatori dovrebbero svolgere la loro due diligence prima di impegnarsi in una relazione a lungo termine. Gli investitori agiscono come partner, consulenti, mentori e membri del consiglio di amministrazione. È necessario eseguire controlli di riferimento per aiutare a prendere una decisione informata. È anche meglio chiedere direttamente all’investitore se presenterebbe qualcuno dei fondatori con cui ha lavorato in passato. La trasparenza aiuterà a far partire la relazione con il piede giusto.

Raccontare una storia

Diversi tipi di round di finanziamento richiedono approcci leggermente diversi. C’è un elemento comune e molto importante a tutti loro: la narrazione. Le startup devono concentrarsi sul raccontare una storia avvincente che “venderà” la loro idea. I primi otto-dieci minuti di qualsiasi lancio sono i più critici in quanto è il tempo che di solito impiega un investitore per decidere se vuole finanziare l’azienda.

Potrebbe non sembrare molto tempo, ma le startup possono attirare l’attenzione degli investitori e farli entusiasmare per l’idea del progetto con la giusta preparazione. Assumere un’agenzia di pitch deck e coinvolgere un esperto di contenuti sono due idee che vale la pena esplorare.

L’importanza dei numeri per i fondi

Simile alla grande narrazione, i numeri contano molto in quanto hanno il potere di supportare le affermazioni e le idee. Bisogna includere metriche, come entrate, numeri di clienti e costi di acquisizione, lifetime value, costo delle merci vendute, solo per citarne alcuni. Stabilire obiettivi e proiezioni realistici, nonché includere l’importo dell’investimento finanziario che si sta cercando. Sebbene quest’ultimo differisca in ogni round, come regola generale dovrebbe aiutare l’azienda per i prossimi 18 mesi. Conoscere i numeri e mostrare le metriche più rilevanti non solo sosterrà la narrativa del pitching, ma costringerà anche gli investitori a credere nell’azienda, portandoli a finanziarla.

Fissare le scadenze

La verità è che se una startup non fissa una scadenza per la presentazione dei potenziali investitori, sarà sempre in modalità di raccolta fondi. Ciò potrebbe essere dannoso per l’azienda in quanto verrà speso meno tempo per costruire effettivamente l’azienda. Inoltre, se non viene fissata alcuna scadenza, gli investitori potrebbero non prendere sul serio l’attività.

La determinazione della scadenza è una questione individuale e non esiste una risposta perfetta per definirne una. Tempi diversi funzionano per aziende diverse. Le startup dovrebbero ricordarsi di dare agli investitori abbastanza tempo per fare il loro lavoro e delineare le loro condizioni in un term sheet.

Pronto, partenza, raccolta fondi

I fondatori e gli amministratori delegati dovrebbero considerare la raccolta fondi come un obbligo per la loro azienda. La raccolta di capitali è il lavoro più importante e dispendioso in termini di tempo di qualsiasi CEO, che richiede molta preparazione e ricerca. Mentre i round di lancio offrono l’ovvio vantaggio del denaro, sono anche un’opportunità per ampliare la conoscenza del mercato e ricevere una guida per il futuro.

Pertanto, le startup dovrebbero avvicinarsi ai campi di raccolta fondi con l’obiettivo di imparare prima di tutto. I pitch avviano le conversazioni. Renderli fruttuosi e coinvolgenti e mostrare passione, aumenterà le tue possibilità di successo della raccolta fondi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *