startup business

I finanziamenti europei alle startup raggiungono un nuovo record

Il settore tecnologico europeo è in fermento. Secondo un rapporto della società di venture capital Atomico, le startup in Europa sono sulla buona strada per raccogliere un finanziamento record di 121 miliardi di dollari. Circa tre volte i 41 miliardi di dollari raccolti nel 2020. È la prima volta che le startup europee hanno raccolto più di $ 100 miliardi in un solo anno. Mette in evidenza il crescente interesse degli investitori nel settore tecnologico in rapida crescita del continente.

″È stato un anno decisivo per la tecnologia europea”, ha detto alla CNBC Tom Wehmeier, capo degli approfondimenti di Atomico. “Penso che ciò che abbiamo visto nei numeri sia che la tecnologia europea sta creando valore più velocemente che mai”. Sulla base dei risultati della società di dati Dealroom, l’ultimo “Rapporto sullo stato della tecnologia europea” annuale di Atomico mostra che il valore azionario totale delle società tecnologiche europee nei mercati pubblici e privati ​​ha superato per la prima volta i 3 trilioni di dollari nel 2021.

“Ci sono voluti decenni per arrivare al primo trilione di valore azionario in tecnologia dall’Europa”, ha detto Wehmeier. “Siamo arrivati ​​a quel traguardo solo tre anni fa, nel dicembre 2018. E poi siamo passati da $ 1 trilione a $ 2 trilioni in 24 mesi, e poi quest’anno, il trilione più recente è stato aggiunto in otto mesi”. L’Europa ora ospita 321 società da miliardi di dollari, 98 delle quali sono state coniate quest’anno. Ci sono anche 26 cosiddetti dal valore di $ 10 miliardi o più, tra cui Klarna, Revolut e Checkout.com, secondo Atomico. Le startup tecnologiche sono state uno dei principali beneficiari della maggiore adozione di servizi online durante la pandemia di coronavirus, ha affermato Wehmeier.

Startup europee: effetto volano

Secondo Wehmeier, il settore tecnologico europeo sta guadagnando slancio in parte grazie a un “riciclaggio” di talenti provenienti da precedenti storie di successo in nuove iniziative. “Le persone di una generazione di aziende stanno passando per diventare la generazione successiva, che si tratti di fondatori, costruttori o investitori”, ha affermato. Quest’anno è stato anche un record per “uscite” come fusioni e acquisizioni e offerte pubbliche iniziali in Europa. Quest’anno le società tecnologiche europee hanno prodotto un valore complessivo di 275 miliardi di dollari di valore aziendale.

Tra gli accordi degni di nota figurano la quotazione diretta del blockbuster della società britannica di fintech Wise. Da sottolineare anche la vendita di $ 8,1 miliardi della società finlandese di consegne di cibo Wolt al rivale americano DoorDash. Un altro fattore chiave per la crescita delle startup europee è stato l’aumento della domanda da parte di grandi società di investimento internazionali. La nuova concorrenza ha tenuto all’erta i venture capitalist europei. Atomico, ad esempio, sta raccogliendo circa 1,2 miliardi di dollari da investire in aziende tecnologiche europee, mentre Balderton Capital ha ottenuto quasi 1,3 miliardi di dollari per due nuovi fondi quest’anno.

Ciò sta contribuendo a creare un cosiddetto effetto “volano” in cui più talento e più capitale portano a un circolo virtuoso di maggiore crescita, ha affermato Wehmeier.

Sfide future

Non tutto è roseo nella tecnologia europea. Nonostante le società finanziate da venture abbiano raccolto livelli record di finanziamenti in Europa, secondo Atomico le aziende in fase iniziale sono state schiacciate. Meno dell′1% del capitale di rischio investito nei primi nove mesi del 2021 è andato alle società fondate quest’anno. Una cifra che in genere variava dall′1 al 3% negli anni precedenti.

Nel frattempo, la diversità rimane una questione chiave. Solo l′1,3% del finanziamento del capitale di rischio in Europa va alle startup con team fondatori di minoranze etniche, ha affermato Atomico, citando un sondaggio su oltre 5.000 professionisti della tecnologia nella regione. Un altro ostacolo da superare per l’Europa è la mancanza di allocazione dei fondi pensione per gli investimenti in startup, ha affermato Wehmeier, con i fondi pensione europei che destinano meno dello 0,02% dei loro $ 3 trilioni ai fondi di capitale di rischio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *