open innovation

Come l’Open Innovation rende più efficace un ecosistema di startup

Ogni fiorente settore privato è tenuto a sviluppare un ecosistema di startup di successo. In un ecosistema le innovazioni aperte portano nuovi paradigmi legati alla cultura, alle competenze e alla produttività. Di conseguenza questo aumenta la resilienza delle startup e aumenta le loro probabilità di successo.

L’open Innovation come concetto riunisce le startup e promuove la collaborazione tra diversi livelli di supporto per spostare le innovazioni selezionate al livello successivo. Idee, prodotti o servizi innovativi sono il risultato di sforzi intellettuali di successo. La creazione, lo sviluppo, il miglioramento e il trasferimento delle competenze sono fondamentali per il successo del processo di innovazione.

L’innovazione aperta come motore per gli ecosistemi

Ogni startup che abbraccia l’innovazione aperta attinge alla conoscenza e all’esperienza di altre persone brillanti al di fuori dell’organizzazione. Questo va di pari passo con uno dei tratti distintivi chiave dell’innovazione aperta che è la cultura della collaborazione. La base fondamentale di un “ecosistema” si basa sulla forte interdipendenza e connessione di vari attori per raggiungere obiettivi specifici. Startup Commons descrive l’ecosistema come “formato da persone, startup nelle loro varie fasi e vari tipi di organizzazioni in un luogo (fisico e / o virtuale), che interagiscono come un sistema per creare nuove aziende startup”. Al fine di garantire la formazione di successo di un ecosistema, la collaborazione è un must per facilitare il flusso di informazioni, ridurre asimmetrie e duplicazioni. Pertanto, aumenta sia l’efficienza che l’efficacia degli stakeholder dell’ecosistema.

I vari modelli previsti

L’ecosistema dell’innovazione si riferisce ai vari programmi, progetti e istituzioni che si uniscono per fornire innovazione. Ad esempio, le catene di fornitura aziendali sono intrinsecamente associate a programmi aziendali interni e hub tecnologici, ma hanno driver commerciali limitati per il loro coinvolgimento nei programmi di incubazione a meno che tali fornitori non diventino l’azienda o aiutino a facilitare la conversazione (ad esempio, Microsoft o SAP).

I programmi di incubazione utilizzano una gamma di modelli di finanziamento come il crowdfunding, il crowdsourcing, il finanziamento del governo o il capitale di rischio, ma questi modelli potrebbero non interagire e collaborare da soli. I programmi di incubazione di mercato riuniscono una vasta gamma di funzioni finanziarie e di supporto, mentre i programmi aziendali hanno accesso a queste all’interno dell’azienda. Non si tratta di regole rigide e veloci, ma piuttosto di alcune osservazioni basate sulle generalità di chi gioca con chi nell’emergente spazio dell’innovazione aperta. Il punto è che non tutte le parti sono in gioco contemporaneamente. Piuttosto, stanno emergendo modelli che raccolgono e scelgono gli aspetti in base alla complessità e ai driver della situazione. Alcuni permettono di accedere a input oltre i confini organizzativi. L’efficacia del modello può variare. Può sembrare un po’ troppo anche chiedere a tutti di dare idee e proprietà intellettuale solo per dare un premio a una persona per una cifra apparentemente inferiore al valore dell’idea. La ricompensa è spesso un accesso a nuovi mercati o opportunità di lavoro, soprattutto quando il risultato ha un maggiore vantaggio sociale.

 

Portare le startup al livello successivo

L’Open Innovation non è un concetto nuovo nell’ecosistema ma il suo potenziale rimane sottovalutato. In un sistema economico globale, gli ecosistemi delle startup devono essere più integrati che mai. Il concetto di innovazione aperta porta una nuova mentalità di un cambio di paradigma verso una maggiore collaborazione e produttività con una cultura forte e rafforzata nell’ecosistema. Ciò aumenta la qualità delle innovazioni e porta lo stesso ad un livello superiore in modo sostenibile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *