Aprire una startup in fase post Covid, ecco cosa fare

Il mondo è in continua evoluzione e non esiste un momento necessariamente migliore o peggiore per avviare un’attività. Questo vale anche nella fase post Covid, perché ciò che conta è risolvere i punti deboli rilevanti di un determinato momento. Le uniche due domande da porsi, qualunque sia il periodo scelto per lanciare la propria startup, sono:

  • “Cosa offre il mio prodotto o servizio ai clienti e chi lo acquisterà?”
  • “Qual è la storia avvincente qui per qualcuno che desidera acquistare questo prodotto o servizio e perché adesso?”
  • “Perché sono sicuro di poter risolvere questo problema specifico o fornire questo servizio specifico, meglio di chiunque altro e distinguermi dalla concorrenza?”
  • “Ho la squadra giusta per avere successo?”

Molte aziende non hanno mai considerato cosa avrebbero fatto se il mondo intero si fosse fermato per una settimana o un mese, figuriamoci per tre o più mesi. Inoltre molte aziende non hanno mai considerato un futuro in cui sarebbero state costrette a lavorare in remoto – molti hanno semplicemente ipotizzato che i luoghi di lavoro fisici sarebbero sempre stati una necessità. Questo è il motivo per cui la pertinenza, non il tempismo, sia molto più importante quando si tratta di avviare un’attività. Bisogna dedicare più tempo a concentrarsi sull’esatto punto dolente che si vuole risolvere, piuttosto che cercare di “cronometrare il mercato”. Quindi se si sta cercando di avviare una startup proprio in questo periodo, ecco cosa si deve fare

Costruisci relazioni

startup aziende

Una delle grandi verità da sapere, come fondatore di una startup, è ciò che gli investitori vogliono vedere da te per sentirsi sicuri di investire nella tua azienda. Quante entrate ricorrenti hai? Qual è il tasso di crescita dei tuoi clienti? Che tipo di clienti hai e hai tenuto bassi i costi di acquisizione? Investitori diversi cercano cose diverse, quindi è fondamentale capire come soddisfare quelli che desideri a bordo.

Avere una strategia a lungo termine per superare i prossimi 24+ mesi.

Nel mondo degli investimenti sono ancora in corso delle trattative, ma gli investitori vogliono vedere che hai un piano molto chiaro per navigare nell’ambiente attuale. Ciò che gli investitori vogliono sapere è:

  • Come pensi di lavorara durante COVID-19?
  • Perché qualcuno dovrebbe acquistare il tuo prodotto ora e chi è quell’acquirente?
  • A che punto pensi di iniziare a generare entrate? Se dovrai raccogliere più denaro, quanto dovrai raccogliere e quando?
  • Quali metriche chiave stai misurando e quali sono i forti indicatori della crescita aziendale (o sono metriche di vanità)?
  • In questo momento, gli investitori sono alla ricerca di altre opzioni su dove mettere i loro soldi. Il mercato azionario è in fiamme, ma c’è un piano di emergenza?

I tassi di interesse sono così bassi che investire in obbligazioni non produrrà un alto rendimento. Quindi gli investitori sono pronti a investire in affari in questo momento – devono solo essere gli affari giusti per loro.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *